Simposi in Cantina: il padre


 

Ideazione e organizzazione: Città di Ebla
In collaborazione con: osteria La Cantina di via Firenze
Ringraziamo: Poderi dal Nespoli

Dopo il fortunato ciclo di simposi del 2017 dedicati al “patrimonio”, Città di Ebla e La Cantina di Via Firenze tornano nel 2018 per proporre una nuova serie di appuntamenti. Ci si incontra per dialogare attorno alla figura del padre – o dei padri – nella più vasta accezione del termine (guidati dall’edizione di Ipercorpo 2018), alternando al confronto verbale il piacere della tavola in orario prandiale.

La Cantina di via Firenze è fin dalle origini di Ipercorpo un luogo di elezione, le prime edizioni si svolgevano in aperta campagna, a Rovere, non distanti dalla cantina. Quest’anno i nostri ospiti saranno Walter Siti (scrittore e saggista), Stefano Velotti (filosofo), Flavio Favelli (artista), Giusepppe Gobbi (neuropsichiatra infantile). Gli incontri saranno introdotti e moderati da Davide Ferri e Claudio Angelini.

DOMENICA 21 OTTOBRE, Simposiarca: Walter Siti. E’ nato a Modena nel 1947. Ha studiato presso la Scuola Normale di Pisa e ha insegnato presso le università di Cosenza, Pisa e L’Aquila. Come critico letterario ha scritto Il realismo dell’avanguardia, Il neorealismo nella poesia italiana, Il realismo è l’impossibile e La voce verticale, oltre a vari saggi pubblicati su riviste italiane e straniere. Ha curato per i Meridiani di Mondadori l’opera completa di Pier Paolo Pasolini.
Da molti anni la sua principale attività è quella di romanziere: ha pubblicato da Einaudi Scuola di nudo, Un dolore normale e Troppi paradisi; da Mondadori Il contagio e Autopsia dell’ossessione; da Rizzoli Resistere non serve a niente, Exit strategy e Bruciare tutto. Nel 2018 sono usciti il pamphlet Pagare o non pagare e presso Einaudi Stile Libero il romanzo breve Bontà.

DOMENICA 11 NOVEMBRE, Simposiarca: Stefano Velotti. Insegna Filosofia (Estetica) presso il Dipartimento di Filosofia della Sapienza – Università di Roma, ed è stato Visiting Professor alle università di Stanford, Yale, UCSB e UCLA. Ha lavorato per l’editoria, per i programmi di Radio Tre e i programmi educativi della RAI. Scrive per le pagine culturali di quotidiani e periodici nazionali. Tra i suoi libri: Dialettica del controllo. Limiti della sorveglianza e pratiche artistiche, Castelvecchi, Roma 2017; La filosofia e le arti. Sentire, pensare, immaginare, Laterza, Roma-Bari 2012; Estetica analitica. Un breviario critico, Aesthetica, Palermo, 2008; Storia filosofica dell’ignoranza, Laterza, Roma-Bari 2003; Il non so che. Storia di un’idea estetica, Aesthetica, Palermo, 1997; Sapienti e bestioni. Saggio sull’ignoranza, il sapere e la poesia in Giambattista Vico, Nuova Pratiche Editrice, Parma 1994; Adolf Loos. Stile e paradosso, De Donato, Bari, 1988.

DOMENICA 18 NOVEMBRE, Simposiarca: Flavio Favelli. Artista, è nato a Firenze nel 1967. Vive e lavora a Savigno (Bologna). Laureato in Letteratura Persiana all’Università di Bologna, inizia il suo percorso artistico prendendo parte al Link Project e poi partecipando, alla fine degli anni ’90, ai workshop di Arnaldo Pomodoro a Pietrarubbia e Allan Kaprov alla Fondazione Antonio Ratti di Como. Ha esposto in diverse mostre personali e collettive in spazi privati e pubblici, in Italia e all’estero, tra cui: MAXXI, Roma; Museo del 900, Milano; Centro per l’Arte Pecci, Prato; Fondazione Sandretto Re Rabaudengo, Torino; Peggy Guggenheim Collection, Venezia; Castello di Rivoli, Torino; GaMeC, Bergamo; Maison Rouge – Fondation Antoine de Galbert, Parigi; MOCA, Cleveland; Elgiz Museum, Istanbul; Tate Modern, Londra; MOCA, Shanghai, Sursock Museum, Beirut; Xi’an Art Museum, Xi’an. Ha partecipato a due edizioni della Biennale Internazionale d’Arte di Venezia (2003 e 2013) e all’XI Biennale dell’Avana, Cuba (2011).

[EVENTO SPECIALE]
Domenica 18 novembre il simposio si concluderà con la visita alla mostra “HALF DINAR” di Flavio Favelli allestita negli spazi di EXATR. Presenti l’artista, il curatore Davide Ferri e i migranti africani della Cooperativa Sociale DiaLogos con cui Flavio Favelli ha sviluppato alcune giornate di lavoro attorno al ricordo delle immagini stampate sulle banconote dei loro paesi d’origine. I risultati del workshop di esercitazione artistica sono esposti all’interno della mostra.

DOMENICA 25 NOVEMBRE, Simposiarca: Giuseppe Gobbi. E’ Neuropsichiatra Infantile e Neurologo, particolarmente esperto nella diagnosi e nella cura delle epilessie dell’età infanto-adolescenziale e dell’età adulta, dei disturbi del movimento e delle cefalee dell’età infanto-adolescenziale.
Nato a Bologna nel 1951 si è laureato e specializzato presso l’Università degli Studi di Bologna. Ha ottenuto, inoltre, l’Attestation d’études d’électroencephalographie clinique presso l’Università d’Aix-Marseille nel 1984 e il titolo di Assistant Etranger alla Faculté de Medecine de Marseille nel 1985.
Ex Direttore di Struttura Complessa di Neuropsichiatra Infantile dell’IRCCS – Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna, è tuttora Professore a Contratto per la Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile dell’Università degli Studi di Modena.
È stato Presidente della Società Europea di Neurologia Pediatrica ed è Membro dell’Editorial Board/Comitato di Redazione di Epileptic Disorders, European Journal of Pediatric Neurology, Clinica! Cases and Reviews in Epilepsy (CRE) e del Giornale di Neuropsichiatria dell’Età Evolutiva.

_ _ _

[ORARI]
Inizio incontri ore 11.00 – Inizio pranzo ore 13.00
Prenotazione obbligatoria

[PREZZI]
Incontro + pranzo: 30 € cad.

[INDIRIZZO]
La Cantina di Via Firenze • Via Firenze, 183 – 47121 Forlì (FC)

[CONTATTI]
info@cittadiebla.com | +39 320.8019226